Saddìdandà

by Saddìdandà

supported by
Pk
Pk thumbnail
Pk Keep me chillin' and relax !! Love their songs so bad !!
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €8.99 EUR

     

1.
03:50
2.
3.
4.
5.
04:38
6.
03:13
7.
8.
9.
02:55
10.

about

Kinzica Caterini - voc / kazoo (3)
Erich Gramshammer - /guitars
Ferdinand von Seebach - piano / trombone
Tom Baumann - drums / percussions / acoustic guitar (3)
Peter Stojanov - contrabass
Matthias Baumann - violin (9)

credits

released April 21, 2011

all songs written and composed by Kinzica Caterini 2010/2011
arranged by Saddìdandà

tags

license

all rights reserved

about

Saddìdandà Berlin, Germany

italian folkjazz bossa

contact / help

Contact Saddìdandà

Streaming and
Download help

Track Name: inverno
Inverno: al solito grandi macchine in silenzio,
il traffico passa inosservato.
Piedi freddi e tasche vuote come sempre.
Vagabondano tra luci accese
mille briciole di vetri rotti.

Nostalgia, dolce vita che mi porta via
nello specchio della notte, luna parlami d’amor
per scaldare la città...

Inverno magico
quanta gente sotto un incantesimo
accarezza una monotonia,
è una vecchia sfida all’anima.
Sull’asfalto lucido del cuore
parte lento un caldo tram.

Nostalgia, dolce vita che mi porta via
nello specchio della notte, luna parlami d’amor
per scaldare la città...

Nostalgia, dolce vita che mi porta via
nello specchio della notte, luna parlami d’amor...
Nostalgia, dolce vita che mi porta via
nello specchio della notte, luna parlami d’amor
per scaldare la città...
Track Name: tre gocce di limone
C’è un rimedio naturale
contro ogni malumore.
È semplice puoi provare
segui bene le indicazioni.
C’è un rimedio straordinario, si
fa passare ogni dolore
contro ogni dispiacere
segui bene le istruzioni.
Costa poco ed è un affare
così facile da preparare
così buono da gustare
spazza via le delusioni

Vuoi vedere che questa volta ho trovato la soluzione.?!

Costa poco è un’occasione
così facile da preparare
così buono da gustare
spazza via le delusioni.
Con 3 gocce di limone, si
ed un pizzico d’amore
aggiungi poi un raggio di sole
e un cd di Buscaglione

Con 3 gocce di limone
e un accordo in la minore
aggiungi poi un raggio di sole
ed un pizzico d’amore

Vuoi vedere che poi alla fine ho trovato la soluzione!?

Ariariarieh!... Aribidibaribi...! .....
Track Name: notte zanzara
Scende il sole all’orizzonte
circostanze sfavorevoli
domani è previsto un temporale.
L’aria è calda e irrespirabile
neanche un po’ di vento
riesce a salvare la situazione.

Maledetta afa, non si può restare qui
meglio andarsene al mare.
Ma è già troppo tardi, un ronzio lontano avanza
sembra arrivare dall’altra stanza.

Apri la finestra amore
guarda che strano colore ha stasera il cielo su di noi
restami vicino per favore, non te ne andare...

Sento un gran prurito addosso
ho dormito forse un attimo
grattami dietro la schiena.
Non accendere la luce, può aggravar la situazione
meglio era andarsene al mare

È già notte fonda, circostanza sfavorevole
abbiamo fatto già il pieno.
Qui però si mette male, un cattivo odore sale
sembra un anti-zanzare!!!

Apri la finestra amore, guarda che strano colore
ha stanotte il cielo su di noi
restami vicino per favore, non te ne andare!
Track Name: melodia chimera
Ancora non c’è luce e tutto tace
silenziosa nella notte la tua voce
al tempo di un tormento
seducente ed incalzante.

Nel buio qualche faro in lontananza
si accende e poi si inchina in una danza
invitante ed attraente, sorridente ed accecante.

L’emozione del saluto è già un ricordo
nei tuoi occhi c’è il riflesso di un accordo le tue labbra si smarriscono, in un suono latitante.

Poi ti ho vista nel crepuscolo dell’alba
ti ho seguita ed aspettata e ti ho tenuta
fino a quando sei scomparsa
dietro l’ombra di una musica.

Sei arrivata di sorpresa senza avviso
travolgente come un’onda all’improvviso
le tue note son diamanti
la tua voce è stravagante.

Melodia chimera di un dolce verso
in un sogno poi disperso
Melodia sincera bella straniera
dentro un magico flamenco
Melodia chimera di un dolce verso
in un sogno poi disperso
trascinato in alto mare
assetato di passione.
Track Name: la foto
Per capire come fare senza troppo esagerare
a raccontare qualcosa che ti sembra di sapere..
Pensa : bella foto,
un ricordo ormai ingiallito
quanto tempo c’è voluto prima di iniziare a dire...
Ma guarda che sorriso, si intona col suo avviso
e che bella espressione.. allora hai scritto una canzone.

Occhi verdi come il mare, sembra lì ad aspettare
occhi neri, pelle scura, nel suo sguardo l’avventura.
Chioma bionda spettinata, ricci neri scarruffati
due ragazzi sui vent'anni, due fratelli o due compagni.
Sai dove puoi arrivare, prova a immaginare.
E cosa vuoi imparare, forse a vivere e sognare.

La sua chitarra sotto il braccio aspetta solo di suonare.
Dai coraggio è solo un viaggio, basta poco o vuoi restare?
Se vuoi rischiare fallo adesso
in questo mondo tutto è permesso
non devi aver paura, oh no, non devi mai!

Un abbraccio ed un saluto, che fatica separarsi
lui ha trovato il grande amore, tu che aspetti ad andare?
Terra e mare sulla strada, mille lettere spedite
ti ricordi quella foto? Resteremo sempre amici!

Ma guarda che sorriso, si intona col suo avviso
e che bella espressione, per questo hai scritto una canzone..
Track Name: speranza
Speranza lasciata a seccare in un campo
il grido lontano della libertà
si è perso fra tante spighe di grano
nessuno l’ha vista e sa che cos’è.
Speranza nell’ombra seduta da sola
abbandonata dietro l’aurora.
Speranza lasciata in fondo al mare
sotto lacrime di dolore
acqua inquinata, acqua di sale
amara come il veleno di chi non vuol parlare.

Speranza nascosta davanti all’altare
un canto si innalza fino al tramonto
viene dalla strada viene dal cuore
di rose appassite ha l’odore.
Speranza schiacciata dal potere
sotto quintali di censura.
Speranza coperta dal cemento
case di sangue, case di vento.
Speranza di vita , speranza d’amore
Speranza di giustizia, speranza immortale!

Speranza immortale
Speranza di vita
Speranza d’amore....
Track Name: aspettando te
Aspettando te passerà prima o poi
C’è chi dice che tornerai qui semmai

Poco importa se è già tardi
Mi convinco che verrai
Non è un caso se sto ad aspettarti
Ma è scontato e tu lo sai...

Mi nascondo dietro ad un ricordo
che non se ne andrà
Per le strade grandi di questa città
Ti aspetterò e poi ti avrò.

Aspettando te, cambierò più che mai
Tutto in ordine troverai, niente guai

Poco importa se è già tardi
Faccio finta che verrai
Non è un caso se sto ad aspettarti
Ma è banale e tu lo sai

Mi nascondo dietro ad un ricordo
che non se ne andrà
Per le strade grandi di questa città
Ti aspetterò, mi illuderò.
Track Name: lontana Italia
Alle 5 del mattino mi sveglio di soprassalto tutta sudata..ho fatto un brutto sogno. Mi alzo ed esco per la strada, forse due passi mi aiuteranno a dimenticare che il sogno era realtà...

Stai lontana da me, lasciami stare
Me ne resto quassù ad osservare
Quanta pena mi fa doverti amare
Sei una spina nel cuore, un enorme dolore ancora sarai.

Se il tuo bel mar ti potesse salvare
Da te potrei tornare
Ricominciare a sperare senza timor di sbagliare
Tornerei a dormire e a sognare di te
Molto meglio di ora, un po’ meglio di allora

Alle 5.45 del mattino mi rinfilo tra le lenzuola ormai fredde, riprovo a dormire. Mi giro e rigiro nel letto ogni 10 secondi esatti! Penso ad un buon motivo per restare indifferente, ma ho ancora un chiodo fisso nella testa...

Sei lontana da me, che cosa fare?
Me ne resto quassù a cercar soluzioni
Quanta pena mi fa vederti soffrire
Sei una spina nel cuore, un enorme dolore ancora sarai.
Track Name: pillacchera
C’era una volta in un paese non molto lontano, in un giardino meraviglioso dai mille color
C’erano piante, alberi, stagni e tante fontane ed un grandissimo prato con tanti profumi e bei fior.
Tra i fili d’erba viveva Pillacchera da molto tempo, in un bell’angolo dietro un narciso, nascosto dal vento.
Pillacchera era infelice, non era contenta,
lei si sentiva un po’ triste e un po’ sola e iniziò il suo tormento...

“Ahi, ahimè! Sono triste e sai perché? Vorrei andar tanto lontano che più lontano non ce n’è!”

E fu così che iniziò ogni giorno il suo lamento, se c’era vento il suo canto era ancora più forte che mai.
“Soffia più forte, soffia lontano, soffia ti prego!
Forse qualcuno alla fine vedrai che poi mi sentirà”.
Finché un bel giorno passò proprio lì un bel cavaliere, col suo mantello strusciava nell’erba tutti i bei fior
Pillacchera era infelice e non perse tempo
Lei si sentiva un po’ triste e un po’ sola e iniziò il triste canto...

“ Ahi, ahimè...”

E fu così che il cavaliere sentì il suo lamento
E c’era vento e il suo canto era ancora più forte che mai!
“Soffia più forte, soffia lontano, soffia ti prego!”
E il bel mantello alla fine si accorse proprio di lei.
“Vieni con me, attaccati qui, vedi che bello?”
“Sono un mantello, c’è tanto spazio, salta qui su!”
Pillacchera era felice, era contenta. Non si sentiva più triste e più sola
E iniziò il nuovo canto...

“ Alé! Alé ! Alé! Son felice e sai perché? Posso andar tanto lontano che più lontano non ce n’è ! “
Track Name: raccontami una storia
Raccontami una storia di quelle che conosci tu
Ti prego fallo adesso, la notte passa in fretta sai
Vedrai che anche qui smetterà di piovere
Stai qui con me, è così bello sognare con te un mondo migliore

Ma che buon profumo viene da fuori
Stringimi forte non mi lasciare mai

Raccontami un bel viaggio, di quelli che sai bene tu
Andiamo in un paese dove c’è sempre sole dai
Vedrai che anche tu smetterai di avere freddo
Stai qui con me e trattengo il respiro perché non faccia rumore

Ma che bella musica viene da fuori
Stringimi ora non mi svegliare mai

Raccontami una storia di quelle che conosci tu
Ancora una adesso, la notte è così breve sai
Che anche qui smetterà di fare freddo
Stai qui con me, e con gli occhi socchiusi mi perdo tra le tue parole

Ma che bella luce viene da fuori
È già mattina non l’avrei detto mai...